Breaking news:

AIL

Articolo del blog

Ho visto Nina a...Matera

La canzone dedicata alla signora Nina Manfieri, compagna di adolescenza di Fabrizio De André, durante il duro periodo della seconda guerra, è carica di nostalgia. Contiene però anche un'altra storia nella storia, che si traduce in una specie di nostalgia collettiva, che appartiene alle tradizioni, unitamente alla storia personale della straordinaria amicizia con la Nina. Per comprendere meglio, mi spiegherò come segue.

PS:
Detto liberamente, sono davvero emozionato di poter postare il PRIMO BLOG DI CARODEANDRE' !!!
E GRAZIE IN ANTICIPO A QUANTI AVRANNO IL PIACERE DI SCRIVERCI QUI !!!!!!!!!!!!!!!!

Una tradizione della città di Matera, oggi purtroppo già estinta, vede da oltre due secoli, le donne più anziane dedite all'antico mestiere dell'apicultura. Sembra che usassero masticare fettine di favo, all'uopo preparate, per ore ed ore, ottenendo in tal modo la separazione del miele dalla cera. Queste due preziose sostanze venivano quindi espulse dalla bocca in appositi recipienti, e quindi, pronte per l'uso.

Questa storia mi è arrivata direttamente da Ivano Fossati quando, ad un concerto di vari anni fa, ha introdotto la canzone "Ho visto Nina Volare", scritta insieme a Fabrizio De André.

E' stata una vera e propria Rivelazione. Lo stesso Fossati mi ha confessato di essere stato letteralmente rapito da quella terra e di avervi soggiornato a lungo, con Fabrizio, per alimentare il fiume di poesia portato da quegli enormi affluenti che sono le tradizioni orali di quel posto.

E' singolare e nello stesso tempo intuitivo come in questa leggenda siano reciprocamente intrecciate la vicenda religiosa, come il rito della comunione, insieme ad una pratica di accrescimento ancestrale, quale quella del pasto collettivo. E lo studio del comportamento dell' uomo spesso ci ha tramandato che, a tali "comunioni", prendono parte prevalentemente i soggetti che non presiedono alla difesa del territorio e che non vanno a caccia: le donne. Trattandosi poi di un rito molto importante per la sopravvivenza, sono le donne più anziane che ne assumono la piena responsabilità di svolgimento.

Ma fra i famosi "Sassi", gli adulti invecchiano e scompaiono, i giovani nascono e crescono, ed anche se gli individui cambiano tutti, mi piace immaginare questo convoglio di umanità rimanere insieme e uguale a se stesso, sotto il peso dei cunicoli di masse lente, su viottoli serpiginosi capaci di dar direzione agli uomini, agli asini, alle acque e agli spiriti…

E nelle grotte e intorno al fuoco che sembra accendere le danze degli spiriti dell'ombra, una bimba, rapita dal gioco delle fiammelle, guarda la nonna che "…Mastica e sputa da una parte il miele

Mastica e sputa dall'altra la cera

Mastica e sputa prima che faccia neve…"

Questo il sogno reiterato, a poussées, quasi un refrain, delle mie notti sui Sassi, fra strade di cenere come un pianto asciutto, piatte ed ondulate, con andamento di fiume tra muri alti di calcio e balconate di tufo che tradiscono il vuoto.

Non c'è rumore che possa svegliarmi, né luce tenue che come collirio possa levigare le ferite dei muri stesi come lenzuola materne anche per un estraneo come me.

Di grotta in grotta sono un re forestiero sulla rupe dell'arnia, sono l'ape ceraiola della Gravina, fino al fondo dell'imbuto, dove il vento cade solo a spruzzi, sui cespugli di malerba bagnata.

Oltre il disordine del mondo sento il mio passo più sicuro dentro questo sogno.

Commenti

Meraviglioso amico Carlo,il mio viaggio non può che partire da dove si è interrotto un sogno ma .........giuro che è solo rimandato!!Vedremo Nina volare tra le corde di un'altalena e sarà il giorno con le finestre più adornate, deliziato da canti di stagione, che abbiamo mai avuto.Un in bocca al lupo per quest'avventura nuova nel web.Grazie per far sì che è bello che dove finiscono le tue dita inizia un a chitarra e dalle tue corde vocali esce la voce che mi emoziona e non mi fa mai aspettare domani per avere nostalgia...

STO DISEGNANDO UN CUORE GROSSO COME GIOVE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

"...con Fabrizio volavo...ora rotolo" (Nina Manfieri 19 febbraio 2011)
...e ci sta aspettando...<3
mooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooore...finestre adornatissimeeeee!!! :))))

EWWAI! ANIME SALVE IN TERRA E IN MARE !!!!!!!!!!!!!!!!
FRA', MANDAMI IL TUO INDIRIZZO IN PRIVATO, DEVO MANDARTI UN REGALINO, TRAMITE L'AMICO TROISI, IL POSTINO !!!!!!!!!!!

si è scomodato pure Massimo? ooook...il postino mi scuserà se non uso carta e penna ma faccio prima su wa...poi, la prossima volta che ti vedo ti tatuerò in fronte la mia mail così ogni volta che ti guarderai allo specchio invece di dirti " che bello che sono", ti ricorderai di me :))))))

mi rispondo da sola...tu volevi il mio indirizzo di casa, giusto? ok, mi tatuerò io in fronte "rincoglionita"... diamo alla Fre quello che è della Fre!!! (però lo so che quando ti guardi allo specchio ti dici "che bello che sono!") ;)

CHE BELLO CHE SONO....Ahahahahahah! Scusa se sono qui a singhiozzi...ma ti devo salutare...a presto !!!Aspetto il tuo indirizzo su WA !!!!

Sarà la stessa mano che ti accende e ti spegne

Ho visto Mapi volare...e accendere il Teatro Sperimentale...

e leggendo, leggendo....l'emozione si fa forte! con il Kamikaze Fre', Sally (MPL), e la persona di Carlo.....deglutire è difficile. La gola si chiude. So' proprio rintriciullita. Perdonate una poveretta che ancora crede nell'amicizia! Io, e Carlo sa come e perchè, vi stampo sulla fronte un bacione grandissimo!

La tua bella persona è una emozione, Berny, ricordo ancora quando scendevo le scale e pensavo di recarmi da un fioraio per un piccolo omaggio alla Mapy...è sbucato un signore con un mazzo d'oro e d'argento...

e se lo sa mio padre
mi metterò in cammino
se mio padre lo sa
mi imbarcherò lontano .....
Un saluto e un bacione a tutti voi che siete sulla "cattiva strada"

cammino in questa cattiva strada tra emozioni, sorrisi,baci, abbracci! e ho visto volare Domenico sulle corde di Carodeandre'! Ne raccolgo un pezzettino e lo porto con me..... ben trovato Faberiano d.o.c.!!!!!!!!

Ogni momento della mia vita è segnato dalla tua presenza...

Pagine