Breaking news:

AIL

Lo spettacolo

PER OBBLIGO DELLA RIVELAZIONE e DEL NON ABBANDONO

In questo capitolo abbiamo preso e fuso insieme diverse cose, alcune preparate prima di eseguire i brani ai vari concerti, altre derivate da uno studio più approfondito, richiesto per affrontare seminari sull’Opera di De André in mini-conferenze o nelle scuole, o anche fra amici davanti ad un buon bicchiere di vino

Proviamo ad entrare: Strofa per Strofa, Canzone per Canzone, Ballata per Ballata, Idillio per Idillio, Poesia per Poesia.

CREUZA DE MA (Mulattiera di mare)

L’ idioma è la lingua propria di un gruppo di persone (Razza, Tribù, Etnia, Popolo, Nazione, chiamateli come volete), che hanno una storia ed un’espressione comuni.

Il dialetto è un sistema linguistico subordinato ad un altro sistema, per lo più geneticamente affine, che, grazie al prestigio culturale conquistato ad un certo momento della sua storia, è stato adottato come lingua sopraregionale.

Ecco quindi, parlando della lingua usata, il motivo che ha indotto Fabrizio De André ad usare, per le Sue svariate “Creuza”, il termine “idioma” rifiutando quello, solo nel contesto più sfortunato, di “dialetto”: la spiegazione è contenuta nell’etimologia oltre che nella storia delle due parole “idioma” e “dialetto”.

Nel nostro caso, infatti, il termine “dialetto” svilisce, anche se nell’accezione comune non sembra, le più sottili connotazioni etniche: esso può tranquillamente costituire l’espressione di gruppi o popoli anche numerosi o maggioritari che, in un dato momento della storia, comincia ad essere adottato, subìto o assorbito da esse a macchia d’olio, in una sempre più grande area geografica: è accaduto in Italia con il Toscano, in questo caso con buona fortuna e senza grandi spargimenti di sangue, mentre non è certo stato lo stesso per gli Indiani d’America con lo spagnolo, per gli Iracheni con l’inglese o per i Kurdi e i Ceceni o per tanti altri popoli con altrettante lingue!
“Idioma” è un termine meno sfruttato da un punto di vista geo-politico e culturale rispetto a “dialetto” e “lingua”, in più si adatta meglio al concetto di “nicchia”, che, come una precisa e incontaminata espressione di una grammatica del pensiero, attraverso i simboli del sangue, dello sperma, della razza e della riproduzione, afferma l’identità dei popoli, anche di minoranze sparute! Esso si intreccia con altri idiomi senza fratture e prevaricazioni sociali, senza tensioni o paure, senza violenza.

Ecco allora l’idioma di “ Creuza de ma”, squisita pietanza del Mediterraneo, piccola congiuntura di sapori in agrodolce sul rame di versi non urlati, in una sintesi non stucchevole di colori; ecco allora la lingua genovese essere assiduamente corteggiata dalla lingua araba, da quella franca, da quella occitana ecc. ecc.

Scriveva Pierpaolo Pasolini:

“In Italia ci sono delle tribù: i Genovesi, i Napoletani, i Sardi ecc… I Napoletani sono ad esempio una grande tribù, che, anziché vivere nel deserto o nella savana, come i Tuareg o i Boja, vive nel ventre di una grande città di mare. Questa tribù ha deciso di estinguersi, rifiutando il potere, ossia quel che chiamano la storia o la modernità. Fanno la stessa cosa i Tuareg nel deserto o i Boja nella savana; lo fanno da secoli anche gli zingari.
E’ un rifiuto nato dal cuore della collettività (si sa anche di suicidi collettivi di mandrie di animali); una negazione fatale contro cui non c’è nulla da fare. Essa lascia una profonda malinconia, come tutte le tragedie che si compiono lentamente; ma anche una profonda consolazione, perché questo rifiuto, questa negazione della storia, sono giusti, sacrosanti”.

“Creuza de ma” però non è solo una dissertazione linguistico-letteraria o antropologica: è una storia di mare, è la storia ancestrale del Mediterraneo, dai Fenici ai Berberi ed ai Pirati , e dalla pirateria dei Pirati a quella delle petroliere e dei mercati.

Pirati e marinai vanno in mare aperto ma tornano, debbono tornare, e si raccontano prima e dopo ogni viaggio; c’è qualcuno che li aspetta, là nella casa di pietra, ricca di pietanze e di buon vino, mentre attraverso i vetri puoi vedere le colombe posarsi sulla fontana.

Allora il racconto si confonde con il mare ed esso con l’idea stessa del viaggio.

Questo mare che non tace, con la sua voce altalenante, tenace e delicata; esprime pazienza, dolore, collera o, più semplicemente, adagia i suoi flutti su di un tempo senza tempo.

Questo mare che può inghiottire in un baleno la mia voce nella sua; rompere la piccola certezza delle chiglie e delle corde marce consumate dal sale; lasciare che l’onda del Destino ci conduca, come per distrazione, su questa mulattiera di mare.

“IO SONO UN PRINCIPE LIBERO E HO ALTRETTANTA AUTORITÀ DI FARE GUERRA AL MONDO QUANTO COLUI CHE HA CENTO NAVI IN MARE”
(Samuel Bellamy -pirata delle Antille del XVIII° Secolo-)

SIDÚN

Sidún appartiene al “pensiero” di “Creuza de ma”, quindi valgono le stesse implicazioni letterarie.

Il contesto è diverso. Siamo nella città di Sidone distrutta, non per la prima volta, dai carriarmati israeliani negli anni ‘70, alla guida dei quali c’era proprio l’attuale leader degli Israeliani, il Generale Sharon.

I bombardamenti, come sempre, causano in prevalenza una strage di civili.

Un padre piange la morte del suo figlioletto massacrato dal fuoco e dal ferro dei soldati…

…tumore dolce benigno
di tua madre
spremuto nell’afa umida
dell’estate, dell’estate
e ore grumo di sangue orecchie
e denti di latte…
(Sidún)

C’è molto poco da commentare se pensiamo che il bouzouki accompagnerà il lamento lungo tutto il cammino funebre di chi, invece, avrebbe voluto veder crescere questa piccola vittima che, come tutte le vittime di guerra, è anche un po’ nostra, se pensiamo al continuo “silenzio-assenso” in cui tutti in qualche modo ci adoperiamo sonnecchiando.

Ci limitiamo a leggere, crediamo per analogia d’intenti, un momento tratto dal grande libro “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini:

” … Il mondo è grande e bello, ma è molto offeso. Tutti soffrono ognuno per se stesso, ma non soffrono per il mondo che è offeso e così il mondo continua ad essere offeso. Come un’eremita antico io trascorro qui i miei giorni su queste carte e scrivo la storia del mondo offeso. Soffro ma scrivo, e scrivo di tutte le offese una per una, e anche di tutte le facce offensive che ridono per le offese compiute e de compiere”.

AMICO FRAGILE

Nata in un seguito ad un particolare avvenimento, ben noto ormai a tutti e sul quale non mi voglio soffermare, questa lirica può esser definita una sorta di testamento filosofico o pietra miliare di un nuovo percorso nel quale F. De André cerca di cimentarsi: il cammino nuovo verso il “ Solipsismo” e verso l’ “Individualismo anarchico”. Questo momento accompagnerà sempre fedele il suo pensiero e culminerà con il grande momento di “Anime Salve”.

“…L’uomo si conforta nella solitudine per il contatto che può trovare con tutte le voci interiori ed esterne, con tutte quelle voci che gli arrivano dal subconscio, da quell’ Anima universale di plotiniana memoria. Credo sia meglio per l’uomo vivere il più possibile da solo e non far parte di nessuna organizzazione costituita, se non molto occasionalmente…”

(Intervista a De André)

In “Amico fragile” siamo agli inizi del percorso e si indaga il modo con cui l’uomo si relaziona con i suoi simili. Faber denuncia che i luoghi comuni sono la vera piaga dei rapporti interpersonali, probabilmente perché le parole sono condannate ad una sistematica doppiezza: con una parola si può indifferentemente mentire o dire il vero. Il fatto è che noi non siamo, in genere, ciò che diciamo. Una strada per uscire da questa situazione è quella della solitudine, a cui bisogna assolutamente anelare; un’altra, sicuramente necessaria alla prima, è quella di provare ad essere esattamente quello che si dice, cosa che riesce bene all’ “Amico fragile”.
Fragile è anche l’amico alcool, sostegno possibile alle vite nascoste e fedele traduttore e traditore dell’anima.

Concerti Carodeandré nella nostra storia:

SABATO 11 DICEMBRE 2010 - ore 21.00 - Monterubbiano (FM) - Teatro Pagani - Ingresso 10 Euro - Info
: ufficio municipale Monterubbiano: 0734259980

SABATO 11 SETTEMBRE 2010 - ore 21.30 - Ascoli Piceno - Piazza di Porta Solestà, festa di San Giacomo della Marca

MARTEDI 17 AGOSTO 2010 - ore 21.30 - Porto San Giorgio (FM) - Largo Bazzani, lungomare centro (spazio antistante il municipio) - Ingresso 10 Euro. Rivendita Biglietti: Edicola Katia (viale Don Minzoni), Amadeus (via Verdi16), ProLoco di Porto San Giorgio (viale Vittoria 160).

MERCOLEDI 21 LUGLIO 2010 - ore 21.30 - Numana (AN) - Piazza Cavalluccio Marino - Ingresso libero

SABATO 19 DICEMBRE 2009 - ore 21.30 - Grottammare (AP) - Teatro delle Energie - Info: ufficio cultura comune di Grottammare: 0735 739224 e 0735 739240. mail: cultura@comune.grottammare.ap.it

SABATO 26 SETTEMBRE 2009 - ore 10.00 - Fermo (FM) - Villa Vitali - Concerto studio con i ragazzi del liceo psicopedagogico, sul filo del pensiero di De André.

SABATO 29 AGOSTO 2009 - ore 22.00 - Ascoli Piceno - Piagge

VENERDI 21 AGOSTO 2009 - ore 21.30 - Castel di Ieri (AQ) - Info 339 4327662 - In favore delle vittime del terremoto

GIOVEDI 20 AGOSTO 2009 - ore 21.30 - Porto Recanati (MC) - Arena Gigli - Info 333 2263510

DOMENICA 16 AGOSTO 2009 - ore 21 - Lioni (AV)

GIOVEDI 06 AGOSTO 2009 - ore 21.00 - Termoli (CB) - Teatro verde del parco comunale - Info: 392 0464156

SABATO 01 AGOSTO 2009 - ore 21.30 - Fermo (FM) - Villa Vitali - Info 339 4327662 o 333 2222609 - Incasso devoluto a:

1) Associazione "Amici dell'Opera Don Ricci" di Fermo - Comunità educativa e centro di accoglienza per minori in situazioni di disagio per problemi familiari, ospita ragazzi che possono godere di un sostegno residenziale ed educativo di prim'ordine finalizzato ad una azione di supporto delle famiglie in difficoltà.
2) Associazione "La Casa della Speranza" di Comunanza che si adopera nella raccolta fondi ed altro da inviare a Don Ciprian Ocen P'akec sacerdote ugandese parroco della parrochhia di Atanga (nord Uganda) che comprende circa 6 campi profughi
www.casadellasperanza.org

LUNEDI 20 LUGLIO 2009 - ore 21.30 - Porto Potenza Picena (MC) - Piazza Douhet - Info 333 2263510

SABATO 06 GIUGNO 2009 - ore 21.00 - Sant'Elpidio a Mare (AP) - Teatro - Presentazione del nuovo disco del pianista Fabio Capponi. Carlo Bonanni suonerà alcuni brani - Ingresso libero.

GIOVEDI 30 APRILE 2009 - ore 21.00 - Centobuchi (AP) - Piazza

LUNEDI 13 APRILE 2009 - ore 21.00 - Cupramarittima (AP) - Piazza.

SABATO 21 MARZO 2009 - ore 18.00 - Napoli - Piazza Plebiscito - Carodeandrè suonerà per "Libera"

GIOVEDI 05 MARZO 2009 - ore 21.30 - Civitanova Marche (MC) - Teatro Rossini

SABATO 21 FEBBRAIO 2009 - ore 21 - San Benedetto del Tronto (AP) - Teatro Concordia - Prezzo 20 Euro - Prevendita presso biglietteria del Teatro Ventidio Basso e libreria "Nuovi orizzonti" di San Benedetto del Tronto. Info: 335 8479745 o www.bitchesbrew.org

DOMENICA 08 FEBBRAIO 2009 - ore 17.30 - Tolentino (MC) - Cineteatro Don Bosco - Con la partecipazione del grande artista (ed amico) Ellade Bandini - Info prenotazioni: 333 2263510.

SABATO 31 GENNAIO 2009 - ore 21 - Petritoli (AP) - Teatro dell'Iride - Info prenotazioni: 0734 658141 - Ingresso 10 Euro.

DOMENICA 11 GENNAIO 2009 - ore 17.30 - Porto San Giorgio (AP) - Teatro Comunale - Concerto di beneficenza a sostengno dell'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA) - Ingresso 10 Euro - Info prenotazioni: 339 4327662.

GIOVEDI 08 GENNAIO 2009 - ore 21.30 - Termoli (CB) - Teatro Lumière (c.so Fratelli Brigida 102) - Ingresso 10 Euro - Info prenotazioni: 392 0464156.

LUNEDI 08 DICEMBRE 2008 - ore 21 - Squinzano (LE) - Piazza principale.

SABATO 15 NOVEMBRE 2008 - ore 21.15 - Montegiorgio (AP) - Teatro Alaleona.

MARTEDI 28 OTTOBRE 2008 - ore 21.30 - Ancona (AN) - Aula Magna facoltà di Ingegneria.

DOMENICA 27 LUGLIO 2008 - ore 21.30 - Monteprandone (AP) - Piazza.

VENERDI 09 NOVEMBRE 2007 - ore 21.15 - Terni - Teatro Tenda (viale Trieste).

SABATO 17 NOVEMBRE 2007 - ore 21.15 - Ascoli Piceno - Teatro Ventidio Basso. Serata organizzata dall'AVIS provinciale di Ascoli Piceno. Prenotazione obbligatoria. Info: Biglietteria Teatro Ventidio Basso - Via del Trivio (AP) - 0736 244970 - mail: info@teatroventidiobasso.it.

VENERDI 07 DICEMBRE 2007 - ore 21.30 - Sant'Elpidio a Mare (AP) - Teatro L.Cicconi - Info: 333-2263510.

SABATO 15 SETTEMBRE 2007 - ore 21 - Valdagno (VI) - Piazza Verdi.

DOMENICA 09 SETTEMBRE 2007 - ore 21 - Corropoli (TE) - Piazza Santo Spirito bivio Corropoli - Concerto organizzato dall'Associazione culturale Corropoli Viva (link)

DOMENICA 12 AGOSTO 2007 - ore 21.30 - Caldarola (MC) - Piazza Vittorio Emanuele (piazza principale).

MARTEDI 07 AGOSTO 2007 - ore 21.30 - Canosa (BA) - Area Mercatale di Piano San Giovanni.

VENERDI 20 LUGLIO 2007 - ore 21.30 - Ripatransone (AP) - Anfiteatro "Le Fonti" - Costo ingresso 10 Euro (biglietto unico); incasso in favore dell'Associazione Tony Marconi ONLUS - Prevendita: Nuovi Orizzonti, San Bendedetto Del Tronto. Amadeus, Porto San Giorgio. Tabaccheria Marchionni, Grottammare.

SABATO 07 LUGLIO 2007 - ore 21.30 - Lapedona (AP) - Località San Quirico - campo sportivo

SABATO 2 GIUGNO 2007 - ore 21.15 - Narni Scalo (TR) - Teatro Narni Opera "Openair" - Parco dei Pini - Piazza Rossellini
Per info consultare anche il sito: http://www.narniopera.it/ - Il concerto Caro De André, inaugurerà la stagione estiva del teatro.

VENERDI 26 GENNAIO 2007 - ore 21.15 - Fabriano (AN) - Teatro Gentile

DOMENICA 26 NOVEMBRE 2006 - ore 17.00 - Tolentino (MC) - Teatro Vaccaj - Titolo della serata: "Creuza de ma: da Oriente ad Occidente"

SABATO 28 OTTOBRE 2006 - ore 21.30 - Valdagno (VI) - performance di Tiziana Marilungo con il concerto "Canto d'amore". All'interno, breve parentesi di brani di Fabrizio De André.

SABATO 22 LUGLIO 2006 - ore 21.30 - Monteprandone (AP) - Piazza

VENERDI 04 AGOSTO 2006 - ore 22.00 - Montefiore dell'Aso (AP) - Piazza principale

MARTEDI 08 AGOSTO 2006 - ore 21.30 - Porto San Giorgio (AP) - Cortile grande - Lungomare centro

MARTEDI 15 AGOSTO 2006 - ore 22.00 - Grottammare (AP) - Piazza Fazzini

MERCOLEDI 16 AGOSTO 2006 - ore 22.00 - Montemonaco (AP) - Piazza

MERCOLEDI 23 AGOSTO 2006 - ore 22.00 - Moiano (PG) - Città della Pieve

SABATO 01 LUGLIO 2006 - ore 21.30 - Controguerra (TE) - Piazza

GIOVEDI 29 GIUGNO 2006 - ore 21.30 - Corridonia (MC) - Piazza centrale

MERCOLEDI 10 MAGGIO 2006 - ore 21.30 - Cineteatro Calabresi - San Benedetto del Tronto (AP) - Info: 335.8395203

SABATO 21 GENNAIO 2006 - ore 21.30 - Teatro dell'Aquila - Fermo (AP)

GIOVEDI 14 DICEMBRE 2005 - ore 21.30 - Teatro Arlecchino - Monteurano (AP) - INGRESSO GRATUITO

DOMENICA 30 OTTOBRE 2005 - ore 21.30 - Valdagno (VI)

DOMENICA 25 SETTEMBRE 2005 - ore 21.30 - Venosa (PZ)

VENERDI 09 SETTEMBRE 2005 - ore 21.30 - Ascoli Piceno

GIOVEDI 08 SETTEMBRE 2005 - ore 21.30 - Monte San Giusto (MC)

SABATO 03 SETTEMBRE 2005 - ore 21.30 - Satriano di Lucania (PZ)

LUNEDI 15 AGOSTO 2005 - ore 21.30 - Grottammare (AP)

VENERDI 12 AGOSTO 2005 - ore 21.30 - Force (AP)

GIOVEDI 11 AGOSTO 2005 - ore 21.30 - Acquasanta Terme (AP)

MARTEDI 09 AGOSTO 2005 - ore 21.30 - San Giacomo degli Schiavoni (CB)

DOMENICA 07 AGOSTO 2005 - ore 21.30 - Comunanza (AP)

DOMENICA 31 LUGLIO 2005 - ore 21.30 - Sant'Omero (TE)

DOMENICA 24 LUGLIO 2005 - ore 21.30 - Monteprandone (AP)

MERCOLEDI 20 LUGLIO 2005 - ore 21.30 - Castel di Lama (AP)

DOMENICA 3 LUGLIO 2005 - ore 21.30 - Festa de L'Unità
San Benedetto del Tronto (AP)

SABATO 23 APRILE 2005 - ore 21.15 - Servigliano (AP)

E POI, DA NON DIMENTICARE:

14 Gennaio 2005 Teatro "Ventidio Basso" Ascoli Piceno
5 Gennaio 2005 Cinateatro Venarotta (AP)

10 Dicembre 2004 Teatro "Novelli" Grottazzolina (AP)
19-21 Febbraio 2004 Palasport di Porto S. Giorgio (AP) con la presenza di Mauro Pagani
13 Marzo 2004 Teatro “Mercantini” Ripatransone (AP) con la presenza di Ellade Bandini
3 Aprile 2004 Torre S. Patrizio (AP)
2 Luglio 2004 Montegiorgio (AP)
11 Luglio 2004 Montefiore dell’Aso (AP)
18 Luglio 2004 Controguerra (TE)
26 Luglio 2004 Loreto (AN)
07 Agosto 2004 Montegallo (AP)
10 Agosto 2004 Termoli (CB)
14 Agosto 2004 Grottammare (AP)
20 Agosto 2004 Amandola (AP)

21 Marzo 2003 Grottammare (AP)
24 Aprile 2003 Teatro Ascoli Piceno
Luglio 2003 Moresco (AP)
Luglio 2003 Campofilone (AP)
Ottobre 2003 Montefiore (AP)
12 Dicembre 2003 Teatro “La Perla” Montegranaro (AP)

16 Febbraio 2002 Teatro Comunale Porto S. Giorgio (AP)
Marzo 2002 Petritoli (AP)
4 Maggio 2002 Teatro Nuovo serata di apertura Festival Spoleto (PG)
21 Luglio 2002 parco di “Villa Vitali” – Fermo (AP)
4 Agosto 2002 Comunanza (AP)
11 Agosto 2002 S. Benedetto del Tronto (AP)

12 Gennaio 2001 Amandola (AP)
3 Febbraio 2001 Montelparo (AP)
12 Maggio 2001 Teatro "Mercantin"i Ripatransone (AP)
21 Aprile 2001 Teatro dell’Aquila Fermo (AP)
12 Giugno 2001 Sarnano (MC)
4 Agosto 2001 Arena “B. Gigli” Portorecanati (MC)
27 Dicembre 2001 Teatro “Ventidio Basso” Ascoli Piceno

Agosto 2000 Montefalcone (AP)
Dicembre 2000 Offida (AP)

DEBUTTO: 13 Novembre 1999 Teatro "Pagani" Monterubbiano (AP)

Ricordiamo con piacere:
Arena “Gigli” di Porto Recanati, Teatro dell’Aquila di Fermo, Teatro “Ventidio Basso” di Ascoli Piceno, parco di Villa Vitali a Fermo, S. Benedetto del Tronto, Loreto, Porto S. Giorgio, Teatro di Spoleto ecc.
Da segnalare infine il 21 Febbraio 2004 presso il Palazzetto dello Sport di Porto S. Giorgio con la partecipazione di Mauro Pagani alla presenza di oltre 3.000 studenti delle scuole superiori del fermano e il 13 Marzo presso il teatro di Ripatransone (AP) con la partecipazione di Ellade Bandini.